Progetti e attività Progetti e attività

Progetto Rilevamento Amianto

Rilevamento e mappatura degli edifici contenenti amianto, insistenti su tutto il territorio della Regione Calabria


Progetto MUDE

Calabria Riuso Edilizia e Territorio - Modello Unico per l'Edilizia Regionale

L'obiettivo è la definizione del Modello Unico Digitale per l’Edilizia ed il Catasto (introdotto dalla legge 80 del 9 marzo 2006 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 gennaio 2006, n. 4, recante misure urgenti in materia di organizzazione e funzionamento della Pubblica Amministrazione”, GU n. 59 del 11-3-2006), al fine di sistematizzare il procedimento di aggiornamento delle banche dati catastali e comunali, attraverso l’utilizzo di un “fascicolo integrato” del procedimento edilizio, costituito da una componente prettamente edile, derivata dai tipici processi autorizzativi comunali, a cui sommare la parte di denuncia catastale. L’interscambio delle informazioni, tra Regione e Comuni e tra Comuni e Agenzia del Territorio, generate dall’adozione del fascicolo integrato, avverrà attraverso il riuso delle porte applicative sviluppate nell’ambito del progetto PR5SIT e, più in particolare, del progetto SIGMATER.

La soluzione, quindi, consentirà:

  • La presentazione di procedimenti edilizi, quali ad esempio la Denuncia di Inizio Attività, congiuntamente alle informazioni finalizzate ad una pre-denuncia catastale (i.e. fascicolo integrato);
  • La consultazione integrata dei dati urbanistici, provenienti dai Comuni, dalla Provincia e dalla Regione, e catastali, provenienti dall’Agenzia del Territorio;

La trasmissione verso l’Agenzia del Territorio dei dati di suo interesse provenienti dalle banche dati comunali.


SIGMATER: Servizi Integrati catastali e Geografici per il Monitoraggio Amministrativo del Territorio

Il progetto interregionale SIGMA ter è nato dall'esigenza, comune a diverse Regioni, di integrare i dati
geografico - territoriali con i dati catastali, per facilitare il processo di decentramento catastale e per
migliorare la capacità di pianificazione e gestione amministrativa e fiscale del territorio e della qualità dei
servizi per cittadini, professionisti ed imprese. Il progetto è stato promosso dalle Regioni Abruzzo, Emilia-
Romagna, Liguria, Toscana e Valle d'Aosta, in collaborazione con l’Agenzia del Territorio (ora Agenzia delle
Entrate), approvato e co-finanziato dal Dipartimento per l'Innovazione e le Tecnologie nell'ambito
dell'attuazione della fase 1 del Piano Nazionale di e-government.
Il principale scopo di SIGMA Ter è la costituzione di un canale informatico permanente, atto a consentire
l'interscambio e l'integrazione delle informazioni catastali tra l'Agenzia del Entrate e le Amministrazioni locali,
al fine di ottenere dati catastali aggiornati, affidabili ed integrabili con tutte le altre informazioni di natura
territoriale. Grazie a questa funzione principale, è stato possibile mettere a disposizione, attraverso il
sistema, un elevato numero di servizi quali la gestione e il rilascio di certificazioni di destinazione urbanistica,
la gestione di ICI e TARSU (con le relative evoluzioni normative), il recupero, l'allineamento e la condivisione
fra uffici delle informazioni, l'anagrafe edilizia e toponomastica integrata per la gestione, il controllo e la
pianificazione territoriale, la realizzazione di strumenti per la gestione di vincoli urbanistici, il demanio idrico e
la gestione pratiche edilizie.

 


S.I.T.O.: Sistema Informativo Territoriale e Osservatorio delle Trasformazioni Territoriali

Il Sistema Informativo Territoriale e l’Osservatorio delle Trasformazioni Territoriali (S.I.T.O.), costituisce lo strumento conoscitivo di base per la definizione delle strategie e degli atti di governo del territorio.

Attraverso il servizio di webGis viene fornita la possibilità di visualizzare i principali strati informativi, analitici e prescrittivi, anche con sovrapposizione dei diversi strumenti riguardanti l’intero territorio calabrese.

Il Portale pubblica infatti la sintesi dei processi di pianificazione in atto o conclusi da parte di enti che hanno potestà territoriale sul territorio calabrese: sono monitorati gli atti pianificatori della Regione Calabria (QTR in primo luogo), delle province (PTCP), dei Comuni calabresi(PSC-PSA), dell’Autorità di Bacino Regionale, degli Enti Parco Nazionali e Regionali ed altri piani settoriali rilevanti in maniera da fornire le informazioni relative al loro stato di attuazione.